previdenza complementare

  • Il rischio di povertà per i pensionati del futuro

    La grave situazione economica di una grossa fetta dei pensionati di oggi è purtroppo un dato di fatto agli occhi di tutti (o almeno di tutti coloro che vogliono ammetterlo, e che hanno a cuore il problema). La povertà dei pensionati è però destinata a peggiorare ulteriormente in futuro, soprattutto per quanto riguarda i giovani (e meno giovani) che oggi si trovano più o meno occupati con lavori precari. Non lo diciamo noi, ma lo afferma la ben più autorevole Ocse (l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) nello studio “Pensions at a Glance“, nel quale l’ente internazionale ha […]

  • La previdenza complementare

    Di cosa si tratta?Tra i numerosi servizi di competenza dell’INPS, particolarmente interessante e utile è quello di previdenza complementare, che va ad aggiungersi a quella obbligatoria, per garantire ai lavoratori, specialmente quelli più giovani, il tenore di vita desiderato anche dopo la pensione.Aderire a questo progetto è particolarmente vantaggioso: si tratta di piani individuali altamente personalizzati costituiti mediante polizze ed assicurazioni sulla vita; in virtù dell’adesione ai due fondi disponibili, il lavoratore potrà giovare di una deduzione fiscale parziale dei contributi versati e avrà inoltre la possibilità di richiedere quanto maturato in anticipo per sostenere, ad esempio, delle spese sanitarie. […]

  • Pensione integrativa pensionati urge: in 20 anni dimezzato potere d’acquisto

    Che i pensionati non se la passino bene è quasi un luogo comune. Vedere nero su bianco quanto questo sia vero è un altro conto. Parola dell’Istat che ha pubblicato dati a riguardo in aprile, dati che poi sono stati vivisezionati dal Codacons con il non proprio lusinghiero risultato di scoprire che il potere d’acquisto dei pensionati è calato del 50% negli ultimi 20 anni. In Italia ci sono circa 16 milioni dei pensionati metà dei quali percepiscono meno di mille euro al mese e il 30 % addirittura meno di 500 euro. Frutto del drammatico passaggio dall’euro alla lira […]