pensione

  • COVIP: 4 idee per riformare la previdenza complementare

    Il dibattito previdenziale in questi giorni è completamente assorbito dalla questione dei fondi pensione e delle pensioni complementari. Un sistema debole in Italia, quello della previdenza complementare che, a detta della Covip che di questo settore è organo di vigilanza, deve affrontare almeno quattro questioni. Secondo la Covip il primo punto da affrontare sarebbe quello di sviluppare di più tra gli impiegati delle pubbliche amministrazioni il ricorso alle pensioni integrative e per fare questo bisognerebbe approntare delle campagne di informazione atte a diffondere una più consapevole cultura sull’argomento da parte dei lavoratori. In secondo luogo occorre privilegiare soluzioni che traducano […]

  • INPS: riscattare la laurea conviene?

    La riforma delle pensioni INPS attuata dal governo ha rimescolato parecchio le carte e posto i lavoratori davanti ad una serie di quesiti non di poco conto. Uno dei principali riguarda la convenienza a riscattare o meno il periodo degli studi universitari. Una scelta da studiare bene anche alla luce del fatto che andare prima in pensione per accedere ad un assegno INPS che potrebbe essere molto inferiore all’ultima retribuzione potrebbe essere un’opzione non desiderabile. Un primo efficace discrimine può essere tracciato a seconda che il periodo riscattato sia antecedente o successivo all’anno 1996. Infatti la legge ha previsto per […]

  • Esodati: notizie zero da Inps e Governo

    Esodati: zero notizie da Inps e Governo. Difficile capire quale sia la vera entità degli esodati, quale sia insomma il numero esatto degli esodati e la questione è grave visto che stiamo parlando del Governo da una parte e INPS dall’altra a palleggiarsi improbabili cifre, il tutto sulla pelle di lavoratori rimasti al momento senza lavoro e senza pensione. L’Inps invitata dal governo nella task Force con il delicato compito di “dare i numeri” si è presentata in Commissione parlamentare con una cifra di 130000 esodati che il direttore dell’Inps Mauro Nori ha diviso tra coloro che sono in mobilità (45000), […]