Le pensioni d’oro verranno tagliate?

L’ammontare delle pensioni d’oro e dei vitalizi dei parlamentari è il doppio rispetto ai contributi effettivamente versati

Il presidente dell’INPS Tito Boeri insiste sulla necessità di tagliare le pensioni d’oro, ovvero tutte le pensioni superiori a 5.000 euro, in quanto gravano troppo sui conti dello Stato e non sono proporzionate ai contributi versati dai politici.

In particolare, i vitalizi attualmente erogati ai parlamentari sono in totale 2.600 ed ammontano ad una cifra complessiva di 193 milioni di euro all’anno per il 2016.

Tito Boeri afferma che la situazione è insostenibile e ritiene che il sistema delle pensioni dei politici debba necessariamente essere cambiato, soprattutto perché l’importo delle pensioni d’oro e dei vitalizi non viene calcolato in proporzione ai contributi versati, ma ammonta quasi al doppio rispetto a quanto dovrebbe essere in base a questi: la cifra supera infatti i contributi versati di circa 150 milioni di euro.

Applicando il metodo contributivo a tutti gli anni di contribuzione, la spesa dello Stato scenderebbe del 40%. Il risparmio sarebbe quindi notevole.

pensioni-oro-tagliateDa qui deriva dunque la proposta di tagliare le pensioni d’oro, sia perché non è giusto che abbiano questi enormi privilegi rispetto al resto dei cittadini, sia perché questo potrebbe apportare benefici ai conti pubblici.

Inoltre, in questo modo si potrebbe anche evitare il rischio di un ulteriore aumento dell’IVA.

Anche Marianna Madia, Ministro della Pubblica Amministrazione, è favorevole al taglio dei vitalizi e sostiene che questi debbano essere calcolati in proporzione ai contributi versati.

Naturalmente, anche i sindacati continuano a richiedere interventi sulle pensioni d’oro da parte del governo, affinché queste vengano ridotte.

In risposta a queste critiche, Montecitorio ha affermato che i vitalizi non sono più esorbitanti dal 2012, quando è stato applicato il metodo contributivo, e ha ribadito che queste pensioni non vengono pagate dall’INPS ma sono a carico dello Stato, pertanto Tito Boeri non dovrebbe avere voce in capitolo.

 

Posted in:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *