Pensioni INPDAP: truffa ai danni dell’INPDAP

Truffa ai danni dell’INPDAP. E’ quanto si legge sul sito dell’Ansa pubblicato poco fa. La Procura di Messina avrebbe infatti fatto arrestare già 12 indagati, compreso un ex dipendente INPDAP (licenziato nel 2012) che pare avesse agevolato l’ottenimento della pensione di reversibilità da alcuni “presunti” vedovi di dipendenti pubblici truffando così l’Inpdap. Inoltre queste persone, grazie al Cud così ottenuto, riuscivano inoltre a ottenere prestiti da finanziare, anch’esse raggirate. La cifra della presunta  truffa sarebbe pari a 100 mila euro. A 4 persone è stata contestata l’associazione per delinquere, ad altre 8 persone sono stati concessi gli arresti domiciliari.

Pensioni INPDAP: truffa INPDAP
In arresto 4 persone: truffa ai danni dell’INPDAP

L’ex dipendente dell’Inpdap, tale Angelo G. di anni 56, è stato licenziato dall’INPDAP il 18 febbraio del 2012, e gli è stata contestata logicamente anche l’associazione per delinquere. Simili accuse sarebbero state rivolte dalla Procura ad altre persone che avrebbero partecipato all’organizzazione. Il Gip Maria Vermiglio avrebbe emesso per questi soggetti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Gli Arresti domiciliari sono stati invece disposti per le otto persone che sarebbero state destinatarie della pensione INPDAP. Grazie anche alle intercettazioni, dopo le dovute denunce da parte dello stesso INPDAP, la Polizia avrebbe quindi riscontrato le irregolarità. Ulteriori notizie relative alla truffa ai danni dell’INPDAP si possono approfondire nel sito dell’ANSA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *