INPS: riscattare la laurea conviene?

La riforma delle pensioni INPS attuata dal governo ha rimescolato parecchio le carte e posto i lavoratori davanti ad una serie di quesiti non di poco conto. Uno dei principali riguarda la convenienza a riscattare o meno il periodo degli studi universitari. Una scelta da studiare bene anche alla luce del fatto che andare prima in pensione per accedere ad un assegno INPS che potrebbe essere molto inferiore all’ultima retribuzione potrebbe essere un’opzione non desiderabile.

Un primo efficace discrimine può essere tracciato a seconda che il periodo riscattato sia antecedente o successivo all’anno 1996. Infatti la legge ha previsto per coloro che sono in regime contributivo puro, ovvero quelli che non vantano contributi prima del 96, la possibilità di poter chiedere di accedere alla pensione INPS tre anni prima rispetto a quanto previsto per avere diritto alla pensione INPS di vecchiaia e quindi a 63 anni con almeno venti anni di contributi.

INPS-riscatto-laurea

Orbene per questi soggetti riscattare i periodi di studio precedenti al 96 cambia non di poco la situazione mettendoli di fronte ad una scelta: non riscattare consentirebbe di andare in pensione prima e con un assegno INPS più leggero, riscattare al contrario porterebbe il lavoratore a entrare in un sistema di contribuzione misto, a dovere rimanere più anni a lavoro ma anche a percepire un assegno INPS di pensione più alto.

Nei casi in cui la decisione di riscattare la laurea non comporta cambiamenti nel sistema di calcolo, allora il riscatto porterà in dote un aumento del peso dell’assegno pensionistico INPS e, soddisfatti taluni requisiti, un accesso anticipato al riposo.

Con riguardo alla convenienza o meno di ricorrere al riscatto non si può non ricordare che la norma 247/2007 dispone che si possa versare il corrispettivo tutto e subito oppure pagando 120 rate a scadenza mensile e a interessi nulli. Il contributo è inoltre detraibile nella dichiarazione dei redditi nella misura del 19%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *